pensieri oscuri fibromialgia

La Condivisione dei Contenuti è importante per me!

Come la Fibromialgia ti può cambiare la Vita?

Nell’ambito famigliare, lavorativo, scolastico e personale ciascuno di noi impegna le proprie energie per raggiungere un’unico obiettivo: il benessere.

Un clima sereno nella vita di coppia o lo svolgimento corretto di mansioni lavorative porta all’auto-accettazione.

Riuscire a dare il meglio di sé in quello che ci piace è determinante per sentirci soddisfatti e realizzati.

Una persona affetta da fibromialgia si ritrova a dover fare i conti con una limitazione non indifferente sulla propria libertà di scelta. Si scoprono difficoltà legate al proprio corpo che si ripercuotono su ogni aspetto sociale. Il lavoro, la famiglia, l’amicizia, lo studio e la vita di coppia vengono minati da questa condizione che non permette ,a chi ne è affetto, di condurre la vita come vorrebbe.
Il fibromialgico si ritrova a soffrire di dolore cronico persistente e nello stesso tempo a dover condurre la vita quotidiana di sempre proprio come tutti gli altri. La positività via via inizia a far posto al senso di inadeguatezza e solitudine. Spesso il duro sacrificio di lavorare, nonostante i forti dolori , ha come unico scopo investire il denaro guadagnato cercando una possibile cura.
Ma le spese sono davvero molto alte non essendo la fibromialgia una patologia riconosciuta. Si intraprendono percorsi curativi di diverso tipo, tra cui quello medico-farmacologico che è molto dispendioso, alla ricerca di risposte. Contemporaneamente è difficile portare avanti relazioni affettive quando lo stress e il dolore occupano tutto il nostro essere. Spesso il fibromialgico si trova a dover lottare da solo e a sentirsi invisibile. Non essendoci una vera documentabilità di questa condizione, il piu delle volte si finisce per far sentire non creduto chi ne soffre.
Molte persone si ritrovano affettivamente ed emotivamente abbandonate. Si inizia ad instaurare nella mente un processo, talune volte, autodistruttivo. Ci si chiude in se stessi e questa frustrazione puo portare all’aumento del malessere generale dettato dalle emozioni negative quali il nervosismo, lo stress, la tristezza ecc…

Accettare la Fibromialgia…

Risulta difficile accettare di avere una condizione che solo tu vedi e senti.
Ma è altrettanto difficile condurre una vita appagante se queste sono le dinamiche in cui ci si ritrova.
Convivere con il dolore che migra da un posto all’altro senza preavviso e senza apparente motivo porta inevitabilmente ad avere paura del domani.
Costruirsi una famiglia, avere figli, lavorare e impegnarsi in qualcosa spaventa molto perchè la domanda che ci si pone è:

” ce la farò?”

Si accetta in modo quasi passivo di stare male. Le altre persone sembrano essersi abituati al fatto che il fibromialgico soffra. L’emisfero psichico viene inevitabilmente coinvolto, avendo ripercussioni sul piano fisico, ed aggravando ulteriormente la sintomatologia.

I farmaci che vengono prescritti sono spesso oppiacei o antidepressivi che spesso portano ad una assuefazione al farmaco stesso, o non hanno i risultati tanto attesi. Quindi dopo una prima risposta positiva alla cura ci si ritrova a dover aumentare le dosi o a cambiare farmaco per alleviare i dolori. Questo iter si protrae per anni ma oltre a un miglioramento bisognerebbe cercare il mantenimento del miglioramento. Già è stato appurato che la risposta al farmaco è soggettiva, così come il possibile evento scatenante della sindrome. Ad oggi non ci sono ancora certezze ma sicuramente dei piccoli accorgimenti possono dare risultati positivi e alleviare così tutti i sintomi.
La natura, lo sport, l’alimentazione e la scelta personale aiutano ad avere cambiamenti nel corpo e nell’anima.

Ricordiamoci che psiche e soma sono direttamente collegati tra loro. Un periodo di forte nervosismo ,ad esempio,potrebbe scatenare fastidi allo stomaco o riversarsi sulla pelle con problemi dermatologici. Cosi anche una condizione di dolore cronico, accompagnato dalla solitudine intetiore che ne consegue, puo contribuire al peggioramento del quadro generale.

Per questo bisogna curare ogni aspetto adottando uno stile di vita sano e cambiando le proprie abitudini riscoprendo cosi il piacere di prendersi cura di noi stessi.