La Condivisione dei Contenuti è importante per me!

Trigger Points e Fibromialgia

Le persone che soffrono di Fibromialgia, hanno come sintomo principale un dolore diffuso su tutto il corpo, di intensità variabile e a carattere migrante, da almeno tre mesi. Uno dei test utilizzati per diagnosticare la fibromialgia è la positività alla palpazione (con una forza compressiva di almeno 4 Kg) di almeno 11 su 18 Tender Points.

Cosa sono i Tender Points

I Tender Points sono aree puntiformi di dolore in prossimità delle articolazioni, ma non nelle articolazioni stesse. Questi punti risultano dolorosi nel paziente con fibromialgia quando vengono premuti.

Non sono zone profonde, anzi, nella maggior parte dei casi sono estremamente superficiali, appena sotto la superficie della pelle. Sono localizzati sul collo, schiena, petto, gomiti, fianchi, glutei e ginocchia.

Elenco 18 Tender Points:

1) alla base del cranio, vicino alla colonna vertebrale;

2) alla base del collo posteriormente;

3) sopra alla spalla in direzione della parte posteriore;

4) fra la clavicola e la spina dorsale;

5) sulla cassa toracica;

6) sulla parte esterno dell’avambraccio (circa 2 cm sotto al gomito);

7) sopra l’anca;

8) nella parte alta dei glutei;

9)  sul ginocchio, lateralmente.

Il Tender Points è di solito di dimensioni molto piccole, della grandezza di un centesimo. Questi punti sono molto più sensibili delle aree attigue. Difatti, la pressione su uno dei Tender points positivi con un dito, causerà dolore alla persona che reagirà con un riflesso di allontanamento. Per essere positivo, la pressione deve provocare realmente dolore, non semplice indolenzimento.

Ad oggi i medici non sanno cosa causa questa ipersensibilità alla pressione. Ma sappiamo che la loro posizione non è casuale. Li ritroviamo sempre negli stessi punti, in quasi tutte le persone. Ciò significa che molte persone con fibromialgia saranno positivi negli stessi punti, e percepiranno dolori simili alla loro palpazione. Non a caso è ancora utilizzato come test diagnostico.

Si può può diagnosticare la fibromialgia tramite i Tender Points?

Il medico può testare i punti in questione e verificare se siano dolenti durante un esame fisico obiettivo. L’importante è renderlo partecipe anche di quello che senti precisamente durante la palpazione, nel senso che non basta una silenzia alla palpazione per rendere un Tender Point positivo, ma è necessario che faccia male. Per fare diagnosi non basta nemmeno la sola positività ad 11 dei 18 Tender Points, ma vanno analizzati anche gli altri sintomi associabili alla fibromialgia, come dolori muscolari profondi, stanchezza e problemi di sonno. Alla fine la Fibromialgia non è facile da diagnosticare.

Per ottenere una diagnosi ufficiale di fibromialgia, è necessario provare un dolore diffuso per almeno 3 mesi, una negatività agli esami diagnostici, ecc..

Un test comparativo che il medico può fare è la palpazione di altri punti vicini, ma anche distanti per verificarne l’eventuale responsività.

Perché prima di continuare non metti mi piace alla mia Pagina?

Come trattare i Trigger Points?

Ci sono molti modi per gestire il dolore derivato dai Tender Points, che comprendono sia le terapie convenzionali che alternative. Il trattamento per la fibromialgia e dei Tender Points associati comporta l’uso dei farmaci, specialmente antidepressivi, anche se ultimamente li stiamo ridimensionando in quanto ad efficacia, una gestione quotidiana dello stress, esercizio fisico, esercizi in acqua, ipnosi, meditazione, ecc…

Rimedi per casa

Il modo in cui viene gestito il dolore della fibromialgia a casa è una parte importante del trattamento generale. Un rimedio passivo può essere l’auto-massaggio. Va però specificato che non a tutte le persone porta sollievo. Tentar non nuoce.

Se intendi trattare specificatamente una parte muscolare, prova a mettere semplicemente un panno caldo sui tuoi muscoli due volte al giorno per alleviare il dolore e la rigidità a livello dei muscoli profondi. Anche un bagno o una doccia calda possono essere utili a tale scopo. Non a caso le cure termali  sono sempre raccomandate in chi soffre di fibromialgia.

consulenza online
Conosci il tuo dolore ed impara i migliori metodi per gestirlo

È anche importante controllare i livelli di stress generale. Assicurati di trovare il tempo ogni giorno per staccare la spina e rilassarti fisicamente, ma anche mentalmente, magari tramite la meditazione.

Evita di prendere troppi impegni che possono logorarti. Puoi anche provare training di rilassamento come il training autogeno, esercizi di respirazione profonda o altre forme di rilassamento per gestire il modo in cui reagisci allo stress.

Inoltre, prova ad andare a letto alla stessa ora ogni notte. Permette al tuo corpo di riposare e recuperare nella maniera più corretta possibile. E chi soffre di fibromialgia sa quanto sia importante il sonno. E fai regolare movimento. Ti aiuterà a gestire il dolore e gli altri sintomi della fibromialgia.

Cosa può far peggiorare il dolore nei Tender Points?

Un numero svariato di fattori può peggiorare i sintomi della fibromialgia:

Ansia
Freddo o umidità
Depressione
Fatica
Modifiche ormonali, come PMS
Infezioni
Mancanza di sonno o sonno agitato
Stress emotivo
Esaurimento fisico
Non muoversi abbastanza

Un’ultima considerazione: la positività alla palpazione dei Tender Points, dovrebbe essere ovvio che non basta per fare diagnosi di Fibromialgia. Purtroppo però si sente troppo spesso che tale condizione viene “appioppata” con una certa facilità, senza pensare alle conseguenze anche solo mentali che ciò comporta.