donna con dolore che soffre d'insonnia

La Condivisione dei Contenuti è importante per me!

Insonnia e Dolore

Non c’è bisogno di andare dal medico o dallo psicologo per capire che insonnia e stress sono direttamente correlate, ma sicuramente molto poco ancora conosciamo invece del collegamento che c’è tra dolore cronico ed insonnia.

L’importanza del sonno

Premettiamo una cosa: a meno che non dormiamo da tre giorni di seguito e ci viene un colpo di sonno alla guida, sbandiamo e ci schiantiamo contro un palo della luce, soffrire di una lieve insonnia di per sé non è pericoloso per la vita, perché il nostro corpo mette in atto moltissimi sistemi per preservarsi dai danni derivati dalla mancanza di sonno. Discorso diverso è quello dell’insonnia grave. Quest’ultima può portare a seri problemi sia fisici che mentali.

consulenza online
Conosci il tuo dolore ed impara i migliori metodi per gestirlo

Il sonno è un elemento fondamentale per quasi ogni essere vivente. Praticamente ogni organismo vivente non può fare a meno di riposare e quasi tutti possiedono un ritmo circadiano. La sua carenza, anche se non letale, può produrre conseguenze devastanti per la nostra salute mentale. Anche piccole privazioni di sonno, ma cronicamente portate avanti, possono innescare una serie di ripercussioni fisiche e mentali che accumulate tra di loro portano a patologia, tra cui:

  • L’insonnia causa Emicranie. A chiunque è capitato di aver dormito poco e di risvegliarsi con il mal di testa. Immagina se questa condizione si cronicizzasse…come staresti?
  • L’insonnia ti rende più vulnerabile alle infezioni. Da tempo ormai sappiamo che il sistema immunitario dipende anche dalla qualità del sonno. L’insonnia prolungata nel tempo porta a sviluppare più frequentemente infezioni batteriche e virali.
  • L’insonnia ti fa ammalare letteralmente di più nella vita. I disturbi del sonno sono associati con una grande varietà di disturbi come l’obesità, l’insilino-resistenza,il diabete di tipo 2, varie sindromi metaboliche, problematiche cardiologiche, ecc.. Le sindromi metaboliche, tramite la loro subdola azione sistemica su vari fronti, potrebbe essere il fattore scatenante della Fibromialgia.
  • L’insonnia altera l’umore. La gran parte dei disturbi psichiatrici viene preceduta da fenomeni di insonnia.
  • L’insonnia riduce la tua performance atletica.
  • Disturbi della memoria, ricorso frequente a cure mediche, assenteismo lavorativo, ecc….

Ok. Queste cose forse già le sapevamo. E cosa possiamo dire sul dolore? In che modo la mancanza di sonno può portare a dolore cronico?

L’insonnia provoca dolore?

Ti dico una cosa:

La privazione di sonno produce Iperalgesia

Iperalgesia = Dolore.

Uno dei maggiori fattori determinanti del Dolore Cronico, è la Sensibilizzazione Centrale. Praticamente corrisponde alla manopola del dolore nel tuo cervello che è perennemente girata su “Max”. La correlazione tra dolore e insonnia è ben conosciuta. Ciò che non conosciamo è il perché! Ma sicuramente nel trattamento del dolore cronico, fondamentale è la cura del sonno.

Nei disturbi del sonno non viene inclusa solamente la privazione totale o parziale del sonno, ma anche la discontinuità del sonno. Dormire per 8 ore svegliandosi 37 volte non è salutare quanto il non dormire 4 ore soltanto.

uomo che non riesce a dormire

Nella Fibromialgia, per esempio, i disturbi del sonno sono uno dei tre sintomi principali insieme al dolore ed alla stanchezza cronica. Oltretutto nella persona affetta da fibromialgia, i disturbi del sonno creano complicanze molto più rapidamente che nelle persone che non ne soffrono. In questi casi, a patologia conclamata, ancora non è ben chiaro se è sempre l’insonnia (come sintomo a sé) ad aggravare il dolore cronico, o è il dolore a provocare l’insonnia. Un pò come la depressione…alla fine…

Viene prima l’uovo o la gallina? Prima il dolore o l’insonnia?

Alla fine abbiamo ancora molto su cui indagare.

Cacchiarola…ma se causa dolore, a quante altre cose ancora può portare un mancanza cronica di sonno?

Ma l’insonnia aumenta realmente il dolore o “sembra” che lo faccia?

Questione parecchio spinosa direi. Se tutti concordano che sembra sia così, forse un briciolo di verità ci sarà pure…no? 🙂

Ma la scienza non funziona solo sul “sembra che”. Magari può essere l’inizio. Ma abbiamo bisogno di dati oggettivabili e misurabili nel nostro corpo per confermare realmente questa ipotesi. Ma anche il fatto che non abbiamo identificato dei marker che ci indichino questa iperalgesia, non vuol dire che chi soffre di dolori muscolocheletrici accentuati dalla mancanza di sonno sia pazzo. Tranquillo, il dolore è si nella tua testa, ma dal punto di vista biologico come Nocicezione, come sensibilizzazione, come ipereccitabilità; insomma c’è. Ma ancora non sappiamo in che modalità viene scatenato.

Già parecchi studiosi hanno tentato di rispondere alla domanda “ma l’insonnia crea modificazioni visibili ai tessuti cerebrali e non?”. Abbiamo sicuramente capito che il sonno provoca un’alterazione a livello della percezione del dolore come elemento percettivo a se stante. Quest’ultima affermazione non è certamente da sottovalutare. Praticamente ci stanno dicendo che la percezione del dolore viene alterata indipendentemente dal resto. Quindi SI! L’insonnia crea dolore.

Nello specifico sembra accentuare il dolore di tipo muscolo-scheletrico (mi ricorda un pò la fibromialgia), ed ovviamente specifico che provoca un aumento della dolorabilità muscolare anche in persone perfettamente sane.

Quindi di nuovo SI!

L’insonnia crea dolore, e nello specifico dolore muscolare!


Chiunque abbia praticato sport nel passato ma anche nel presente, sa quanto il sonno influisca dannatamente tanto sulla performance e sul senso di affaticamento ed indolenzimento post-allenamento. L’effetto DOMS (i dolori del giorno dopo post-attività che vengono erroneamente chiamati “acido lattico”) è notevolmente più accentuato in caso di mancanza di sonno.

E della Fibromialgia che mi dici…?

Sappiamo che in molte persone che soffrono di Fibromialgia, si ha un disturbo della fase 4 del sonno (sonno non REM). Coincidenze?