Trattamenti per il dolore cronico

L’obiettivo nel trattamento del dolore cronico è la diminuzione o cancellazione del dolore stesso, oltre che la gestione di tutti i fattori di rischio che possono perpetuarlo o produrre una recidiva.
Nella cura del dolore acuto, l’obiettivo è in genere quello di controllare il dolore e allo stesso tempo cercare di curare la condizione sottostante che causa il dolore. A volte, come unico scopo c’è quello di ridurre il dolore fino a quando la condizione sottostante guarisce spontaneamente. Nella gestione del dolore cronico, l’obiettivo dell’assistenza è di ridurre il più possibile il dolore o mantenerlo tollerabile, mentre si aiuta il paziente a modificare tutti quei fattori che possono essere coinvolti nel perpetuarsi del dolore stesso.
Come pazienti e clinici, è importante capire se ci si ritrova davanti ad un dolore acuto, alla riacutizzazione di un vecchio dolore, o se siamo di fronte ad un dolore cronico. In base a cosa abbiamo di fronte cambia il processo di cura ed assistenza.

consulenza online
Conosci il tuo dolore ed impara i migliori metodi per gestirlo

La gestione del dolore cronico di solito comporta una coordinazione tra diversi specialisti.

Nell’attuale sistema sanitario, la gestione del dolore cronico viene perseguita in quattro modi diversi:

  • Chirurgia interventistica, che si prefigge lo scopo di eliminare una potenziale causa;
  • Trattamenti medici invasivi, come le iniezioni di anestetico o di acido ialuronico, con efficacia molto moderata;
  • Farmacologia;
  • Programmi di riabilitazione del dolore cronico bastai sull’esercizio e la terapia cognitivo-comportamentale.

Di questi è l’ultimo il più efficace.

Andremo ad analizzare in dettaglio le seguenti situazioni:

Programmi di Riabilitazione del Dolore Cronico


Interventi Invasivi


Antidepressivi ed Antiepilettici


Antidolorifici


Insegnare il Dolore


Coping